Un'altra giovinezza

 “UN’ALTRA GIOVINEZZA”

per Vittoriano e Augusto

A cura di Cristina Gallingani e Giuliana Zanelli
con Corrado Dal Pozzo, Simona Orsini, Orfeo Raspanti, Luigi Tranchini, Greta Tossani
tecnica Luca Tanieli
regia Cristina Gallingani

Non avevano ancora vent’anni gli imolesi Vittoriano Zaccherini (1926-2015) e Augusto Dall’Osso (1928-2015) quando tra il 1944 e il 1945 furono arrestati e poi deportati nel campo di concentramento di Mauthausen. Erano ragazzi – di diciotto e sedici anni – ma già sapevano da che parte stare. Erano ragazzi, ma tennero duro. Soprattutto sono stati fortunati, e come loro il fratello di Augusto, Franco, e Vero Vannini (1922-2003).
Non è stato così purtroppo per i loro compagni di lagerWalter Tampieri, Cleo Ricchi, Antonio Morini e Sante Noferini.
Anche una ragazza, Virginia (Gina) Manaresi, si è salvata. Con gli altri otto ha condiviso la prigionia alla Rocca  di Imola e il viaggio dal carcere di Bologna al campo di Bolzano.

La drammaturgia dello spettacolo è stata costruita utilizzando il libro di Marco Orazi, La deportazione politica e civile nel Terzo Reich dall’archivio dell’Aned imolese, Imola 2013 e le interviste in video a Vittoriano Zaccherini e ad Augusto Dall’Osso rilasciate tra il 2010 e il 2013 conservate al C.I.D.R.A.

Si ringraziano le famiglie Dall’Osso e Zaccherini, Gina Manaresi, Marco Orazi, Marco Mazzoni.