The Dumb Waiter (Il Calapranzi)

di Harold Pinter
traduzione di Alessandra Serra

Ben: Luigi Tranchini 
Gus: Corrado Dal Pozzo 
Una voce: Andrea Faccioli 
Scatti fotografici: Donato Arcella
Impianto scenico: Corrado Dal Pozzo
Disegno luci e audio: Luca Tanieli
Inserti musicali e regia: Luigi Tranchini

Una stanza in un seminterrato. Due letti contro la parete del fondo scena.
Ben è sdraiato sul letto, a sinistra, e legge un giornale. 
Gus è seduto sul letto, a destra, e si sta allacciando le scarpe, con difficoltà.
Silenzio. I due personaggi attendono che qualcosa accada o che arrivi qualcuno. Durante questa impaziente attesa, Gus non fa altro che porre domande a Ben senza ricevere risposte. Nei dialoghi, spesso improntati ad una apparente illogicità, emergono i due caratteri dei protagonisti: il dubbioso Gus e l’autoritario Ben. Ma forse le cose non sono proprio come sembrano.

The Dumb Waiter (Il Calapranzi) - Locandina